Secondo la Giannini…

Secondo il Ministro Stefania Giannini, noi insegnanti che abbiamo scioperato venerdì scorso (sciopero culminato con la protesta alla festa de l’unità di Bologna dove avrebbe dovuto parlare il Ministro), saremmo dei “violenti squadristi”.
Prendo atto di conseguenza:
– che il diritto di sciopero e soprattutto all’espressione (pacifica) del proprio dissenso, per il governo è ” squadrismo”
– che un Ministro della Pubblica Istruzione che si sottrae alla richiesta di chiarimenti da parte dei precari della scuola è “legittimo”
– che per smettere di essere “cattivi professori squadristi” e tornare a essere “bravi professori democratici” dobbiamo solo stare zitti e lasciar lavorare in pace il governo
Detto questo, in ogni caso:
– Visto che il Premier Renzi e il Ministro Giannini si preoccupano di mandarci lettere in cui ci invitano a non scioperare, adesso, come minimo, pretendo una lettera di scuse per le gravi accuse subite