La morte di Carlo Giuliani: ricominciamo con le puttanate?

Di nuovo estate, e come sempre da TREDICI ANNI a questa parte, fioccano i soliti post in cui ci si INDIGNA del fatto che si facciano MANIFESTAZIONI PER RICORDARLO, del fatto che venga TRATTATO COME UN MARTIRE, mentre – riporto testualmente dai post in questione – era solo UN DELINQUENTE da condannare e che in Italia si farebbe bene a ricordare veri eroi, come Falcone, Borsellino e via dicendo…
Allora, come ogni anno, RISPONDO, nella speranza di essere breve…

1) LE MANIFESTAZIONI IN MEMORIA. L’articolo 21 della COSTITUZIONE garantisce a qualsiasi cittadino il DIRITTO A MANIFESTARE le proprie idee con CORTEI e ASSEMBLEE PUBBLICHE.
Da ciò si deduce che SIAMO LIBERI di manifestare per ciò di cui ne sentiamo il bisogno. Quindi, di cosa vi indignate? Del contenuto della manifestazione o del diritto a farlo in quanto tale?
2) LO STATO. Lo Stato – e visto che siete così zelanti nella polemica che portate avanti da tredici anni dovreste saperlo – ha già AMPIAMENTE CONDANNATO CARLO GIULIANI. Viceversa, ha ASSOLTO chi gli ha sparato, materialmente e idealmente.
Perché tirate in ballo FALCONE e BORSELLINO?? Perché?? Cosa c’entrano?? Falcone, Borsellino e altre vittime della Mafia sono universalmente (e giustamente) riconosciuti EROI DI STATO: in loro memoria vi sono annualmente CERIMONIE COMMEMORATIVE DI STATO (così come ci sono per i vostri “eroi in divisa”, ma questo è un altro discorso).
Per Carlo Giuliani non vi è mai stata una COMMEMORAZIONE DI STATO. Tutte le manifestazioni in proposito sono state organizzate da LIBERI CITTADINI che hanno esercitato il proprio diritto a farlo.
Per cui ripeto, di cosa vi indignate??
3) LA TARGA IN PARLAMENTO. Anche qui peccate di disinformazione in maniera COLOSSALE. Il PARLAMENTO non ha mai posto alcuna TARGA IN MEMORIA DI CARLO GIULIANI. E’ stata una singola iniziativa del GRUPPO DI RIFONDAZIONE COMUNISTA, che all’epoca, in quanto forza di governo, aveva il DIRITTO (anch’esso previsto dai codici) di intitolare TEMPORANEAMENTE e SOTTO LA PROPRIA ESCLUSIVA RESPONSABILITA’, quella sala a chi voleva. E infatti, quella targa, appena Rifondazione è tornata all’opposizione, è stata PRONTAMENTE RIMOSSA.
4) PIAZZE E STRADE. Ma cosa dite? Trovatemi una piazza o una strada in Italia intitolata a Carlo Giuliani e vi regalo il mio stipendio, giuro.
5) I FAVORI. Vi indignate che Heidi Giuliani, madre di Carlo, sia stata eletta senatrice nel 2008? Ma di cosa? E’ stata eletta DEMOCRATICAMENTE, mica è stato un RISARCIMENTO DANNI dello Stato!
Vi riempite la bocca urlando contro i favori e i benefici che la famiglia Giuliani avrebbe tratto dalla morte del figlio. Ma quali? Dio santo, quali??? Dite sul serio oppure il sole vi ha bruciato il cervello??
6) Per concludere, siate onesti e smettetela di postare la foto di Dylan Martinez, quella che ritrae Carlo di spalle e con l’estintore in mano.
Siate onesti, e ditelo che è stata scattata con il TELEOBIETTIVO, che ha deformato le PROSPETTIVE REALI. Siate onesti e, almeno, pubblicate anche questa che riporto qua sotto, contemporanea all’altra, dove si vede che la distanza è di TRE METRI e DODICI CENTIMETRI.

Condannate Genova, condannate Carlo, condannate tutti noi che c’eravamo. Siete liberi di farlo. Ma, per favore, se amate la verità così tanto come dite, ogni tanto raccontatela.
E basta con le puttanate.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *