JUKEBOX 015 – Fabrizio De André, “Creuza de mà”

1998. Mentre il presidente USA Bill Clinton viene accusato da Paula Jones di molestie sessuali, a Cuba ha luogo lo storico incontro tra Giovanni Paolo II e Fidel Castro. In Irlanda del Nord, nell’Ulster, dopo anni di tregua ricominciano violenti scontri tra repubblicani cattolici e anglicani realisti. In Italia cade il governo dell’Ulivo presieduto da Romano Prodi: il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro incarica Massimo D’Alema di formare una nuova maggioranza. In attesa dell’euro, un caffè al bar costa 1200 lire. Mentre tra le lacrime di Gigi Di Bagio e il golden gol sfiorato di Roby Baggio l’Italia esce dai mondiali ai rigori per la terza volta consecutiva, Marco Pantani vince in due mesi Giro d’Italia e Tour de France: l’Italia impazzisce e la piadineria di Cesenatico diventa il centro del mondo. Sui Juke Box ci sono i Jamiroquai con ‘Deeper underground’, Anouk con ‘Nobody’s wife’ e Ricky Martin con ‘La copa de la vida’. Noi studenti mettemmo in piedi una gigantesca occupazione universitaria contro la riforma Martinotti. Avevo 21 anni, porca troia, e il mondo sotto il cielo dell’Andalusia non mi era mai sembrata così bello. Una sera d’inverno ero seduto in terza fila al teatro Brancaccio a Roma. Il sipario si aprì sulle note di una canzone: questa…..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *