Natale. Via Capo di Buona Speranza (il testo)

NATALE. VIA CAPO DI BUONA SPERANZA è il primo testo in assoluto che ho avuto la faccia tosta di mettere in scena, nell’ormai lontano 2001, con una piccola compagnia amatoriale che, io e alcuni amici, avevamo deciso di mettere in piedi. Una regia piena di errori e ingenuità, ma a cui sono affezionato come poche altre cose al mondo. In particolare il testo partecipò al concorso nazionale OMBRA per la drammaturgia e, con mia grande sorpresa, lo vinse. Fu quindi pubblicato integralmente, nel maggio del 2002, dalla rivista PROSPEKTIVA, eroica fanzine indipendente di letteratura e teatro che all’epoca godeva di un certo seguito (e che oggi, purtroppo, non esiste più). Il testo è costruito da cinque scene che hanno il minimo comune denominatore di svolgersi nella stessa strada e nella stessa notte. Ma le cinque scene furono composte in tempi diversi. La terza, “Morte a Natale”, fu scritta addirittura la notte di natale del 1994, quando il sottoscritto era maggiorenne da appena tre giorni. Le prime due, “Jack e Neal” e “Gli innamorati”, furono scritte nell’inverno del 1999, mentre la quarta e la quinta (e il prologo) furono scritte a ridosso dell’inizio delle prove, a fine estate 2000.

Dopo tanto tempo, questo testo torna qui, in formato .pdf e scaricabile gratuitamente.

Clicca qui per scaricare il pdf: Natale. Via Capo di Buona Speranza- download