Inginocchiati tu che mi inginocchio anch’io

Mentre siamo tutti impegnati a discuterci addosso se inginocchiarsi sia giusto e necessario oppure se sia solo un gesto vuoto e inutile fatto solo per mettersi in mostra, se simili palcoscenici servano anche a lanciare simili messaggi oppure bisogna lasciar fuori la politica (la politica?) dagli stadi, sul fatto che nessuno può impormi di inginocchiarmi, che se io non mi inginocchio non è che sono per forza razzista e se tu ti inginocchi non è che sei per forza migliore di me, che anche il razzismo è un’idea e se sono razzista devi rispettarmi se no è inutile tu faccia tanto il democratico, che ci si può inginocchiare in parte sì e in parte no, che o ci si inginocchia tutti o nessuno, che io mi inginocchio solo se ti inginocchi prima tu, che il pensiero unico la sinistra radical chic la destra trucida tutti bravi portateli a casa vostra e a me cazzo mi frega io voglio solo vincere gli europei…
… ecco, mentre discutiamo di tutto questo con un impiego di energie gigantesco e senza pari, più o meno ovunque, nel mondo, il razzismo esiste e di razzismo si muore. Nelle più atroci delle maniere.
Così, per dire…
Buona partita a tutti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *