Il potere terapeutico di un vaffanculo

In quindici anni di blog, ho messo via una discreta collezione di commenti assurdi ai miei post.
No, non sto parlando delle critiche o delle opinioni contrarie alla mia. Parlo proprio di commenti assurdi, pretestuosi, inopportuni, inutili, totalmente fuori dal contesto del post, se non addirittura offensivi, violenti…
Nonostante il mio sia un blog piccolo, “di nicchia” come si suol dire, il numero è davvero rilevante.
Più di una volta qualcuno di voi, vedendo le mie risposte ai commenti assurdi di cui sopra, mi ha scritto chiedendomi come facessi a restare così lucido e pacato di fronte a simili idiozie.
In realtà non ho mai fatto nessuno sforzo. Mi è sempre venuto naturale rispondere così, pacatamente e tranquillamente. Per carattere o chissà per cosa…
Questo fino ad adesso.
Continuo a rispondere nella stessa maniera posata, ma da un po’ di tempo mi accorgo che non è più una reazione naturale. Al contrario, mi sforzo a farlo. La pandemia devi avermi incattivito.
Oggi comunque, quale che sia il motivo, mi sono chiesto perché mai debba sforzarmi, chi me lo fa fare.
E siccome mi sono risposto che non c’è alcuna ragione perché io risponda in maniera innaturale, da oggi manderò tutti beatamente affanculo.
Ecco, già averlo scritto mi fa sentire sollevato…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *