Grazie

Grazie e nient’altro che grazie
Perché io ti devo prima di tutto Napoli senza luoghi comuni, l’amore totale e disperato che grazie anche e soprattutto al tuo sguardo disincantato e puro ho provato e provo per una città che non mi appartiene…
Ti devo la mia mania per le maschere, per Pulcinella…
Ti devo, pensa un po’, anche il momento esatto in cui per la prima volta ho deciso di entrare in un teatro dalla parte delle quinte… perché sì, sognavo semplicemente di imitarti. E capire che non sarebbe stato possibile, mi ha fatto amare ancora di più. Me stesso, il teatro e te…
Ti devo, addirittura, anche un travolgente amore di gioventù e una quantità incalcolabile di sospiri all’ombra degli Uffizi su te che reciti Neruda…
E ti devo le risate più pure e piene che io abbia mai fatto davanti a una televisione con mia sorella, e anche l’unico viaggio che abbia mai fatto da solo con lei. Che, come te, se n’è andata…
E poi ti devo tutte le volte che la tua timidezza mi ha fatto sentire meno solo, ogni volta che parlavi del Dopolavoro Ferroviario e io, come te figlio di ferroviere, sapevo esattamente cosa stavi dicendo ed era come esserti complice…
E ancora ti devo la corsa di Gaetano intorno al palazzo, la Madonna che se rideva andavi pure tu, il Napoli che perde con il Cesena, i cinquanta giorni da orsacchiotto e chi parte sa da che cosa fugge ma non sa che cosa cerca…
E ancora ti devo la povera casa di pescatori umile ma onesta e annunciazione, annunciazione, il minollo e il diluvio universale, cosa portate un fiorino e Yesterday (che sì, certo, ti giuro che se io mi trovassi nel 1492 la prima cosa che farei sarebbe dire a una ragazza bella come Amanda Sandrelli che Yesterday l’ho scritta io)…
E poi ti devo la lozione contro la calvizie e i treni in orario, l’agendina di Minà, Quando e l’uomo e la donna che sono le persone meno adatte per stare insieme…
E ancora ti devo Beatrice Russo, il cuore di Pablito e quel canto per Pablo Neruda trascinato dal vento mentre ci dici addio…

Grazie di tutto Massimo
(4 giugno 1994/ 4 giugno 2021)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *