Un brutto sogno?

Ho avuto un incubo terribile:
ho sognato che l’unica alternativa ai fascisti/piazzisti/razzisti di Salvini e Meloni era un tizio buffo che fa televendite di Stato a orari bizzarri, mette ai vertici pubblici tizi di sua fiducia e per motivi che andranno studiati dal Circolo Junghiano della bassa padana ha avuto via via il sostegno di tutti e con tutti si è via via alleato, dai transfughi azzurri agli sbronzi di Arcore, dai liberal opinionisti ai marxisti per Tabacci, da quelli che facevano i casting on line per il parlamento a quelli che ancora pensano di essere un grande partito di massa, da Rocco Casalino a Rocco Siffredi.
Compresi quelli di cui sarebbe l’alternativa, ovvero il Salvini di cui sopra e la sua banda di allegri trucidi vichingo-borbonici assetati di sangue di terzomondisti.
Il tutto mentre il fiorentino più psicotico della storia dopo Pacciani e Vittorio Cecchi Gori, portava via il pallone ogni volta che non lo facevano giocare in attacco e nonostante questo per qualcuno era ancora un grande statista e il nuovo che avanza.
E ho pure sognato che quando di tanto in tanto compariva in tv un residuato della Prima Repubblica divoratore di tangenti e truccatore di appalti, illo tempore mandato in pensione (e in galera) da tangentopoli e dalla storia, a confronto di tutto il circo Porompompero sciorinato sopra, sembrava un gigante di mostruosa intelligenza e competenza infinita. E veniva quasi da rimpiangerlo… e il quasi spariva se guardavi la foto di Salvini che mangia pane e Nutella.
Poi finalmente mi sono svegliato.
E per fortuna, nel mondo reale…
………………………………………………..
oh cazzo….
Condividi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *