Metallica – “Enter Sandman”

Era il 1991 e stavamo al ginnasio.
All’edicola della stazione, prima di andare a scuola o durante le forche, in molti compravano la rivista H/M, che stava per Heavy Metal. Però la compravano anche quelli che metallari non lo erano per niente. Tipo me, che stavo proprio da tutt’altra parte, grunge e roba simile. Perché quella rivista a prezzo stracciato allegava CD sublimi e imperdibili, tipo bootleg dei Led Zeppelin o rarità di Steve Vai. E poi flirtavano con le citazioni di Dylan Dog, quindi non c’erano cazzi, toccava comprarla.
Il che diede a me e a un sacco di non metallari una cultura mostruosa sul genere. Al punto che insieme, metallari e no, discutevamo di dischi tutto il giorno. Finché qualcuno dei più irriducibili di loro, tipo Cristiano detto lo Zello, un giorno arrivò tutto incazzato con un vinile interamente nero urlando ma che cazzo hanno fatto, che è sta mmerda????
Loro erano i Metallica e la mmerda era quello che noi avremmo chiamato il Black Album e loro, i metallari, il MerdAlbum.
In realtà si chiamava semplicemente e banalmente “Metallica”. E la questione era che agli amici metallari faceva cacare e lo vivevano come un tradimento perché era troppo soft, a noi invece piaceva e faceva impazzire per lo stesso motivo.
Io me lo comprai. Anzi, per l’esattezza fu uno dei primi CD in assoluto che mi comprai, perché all’epoca eravamo ancora in bilico tra compact e vinile, e io compravo il vinile di quelli che mi piacevano e il compact di quelli incerti. E non è che And Justice for all! e Master of Puppets mi avessero fatto impazzire. Anzi…
Quell’album lì invece, il black, il merd o quel che è, mi mandò fuori di testa.
Specie questa canzone qui, che era la prima traccia, il primo singolo e ancora oggi quando la sento mi vengono i brividi…
A tutti.
Ovvero a tutti quelli che in quei giorni lì ne discussero ferocemente…
Quelli che lo amavano e quelli che lo odiavano…
Perché era splendido, quei giorni lì, accapigliarsi per un disco…

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *