Angelo Badalamenti/ Julee Cruise – “Falling”

Era il gennaio del 1991.
Oggi, trent’anni fa.
“I segreti di Twin Peaks”, la serie uscita fuori dal cilindro del genio di David Lynch e dalla valigetta del sublime Mark Frost, arrivava a cambiare per sempre la storia della televisione e quella della serialità anche in Italia, su canale 5, quando ancora prima serata voleva dire 20,30.
Ad annunciarla, ancor prima che il tormentone “chi ha ucciso Laura Palmer?” ci entrasse sottopelle, gli alberi di Ghostwood scossi da un vento spaventoso e sospinti da una musica ipnotica e indimenticabile, l’incredibile “Twin Peaks Theme” di Angelo Badalamenti.
Così incredibile che allo strumentale arcinoto, sarebbe seguita una versione cantata dalla splendida Julee Cruise, entrata a gamba tesa dentro la storia, sul palco della Roadhouse, ad annunciare nuovi omicidi e nuove apparizioni degli spiriti maligni della Black Lodge.
Una musica che fa male. Non perché ricorda certi orrori che ci hanno reso l’adolescenza insonne, ma perché nonostante questo è sfacciatamente dolce. Quella convivenza di contrari che fece grande quella serie, dimostrando che sì, si può parlare di vita vera anche raccontando storie di spiriti e messaggi dallo spazio.
Perché è lì che sta la vita vera. In quelle dolcezze violente, in certe comiche tristezze. Nelle assurde contraddizioni che ci rendono splendidi esseri umani.
Alle musichi sublimi che ipnotizzandoci ci regalano incubi meravigliosi…

#gliAnniNovantaInMusica
#anni90
#jukebox

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *