In difesa di Edgar

Allora: il maggiordomo EDGAR, ne GLI ARISTOGATTI, sarebbe il “cattivo” di turno.
Indiscutibile, no? Rapisce i deliziosi micetti dopo averli drogati di sonnifero, li abbandona a Monculi e poi, quando tornano, li chiude in un sacco e poi in un baule per spedirli a Timbuctù.
Praticamente una merda, difficile pensare il contrario.
Però… però… però che cazzo, sono 40 anni che Edgar serve onestamente questa miliardaria francese, e lei che fa? LASCIA TUTTI I SUOI POSSEDIMENTI AI GATTI… cioè, ai gatti!!! Ma vi rendete conto???
Che sì, Edgar sarà pure una merda, ma sta stronza di Madame Adelaide??? Cioè, hai miliardi da buttare via e a chi ti ha servito e riverito per una vita manco gli avanzi???
Vattene affanculo te, la musica lirica e quell’altro rincoglionito di George Hautecourt, io sto dalla parte di Edgar.
Che poi ci si domanda ancora perché i social sono pieni di gente che mentre dichiara di voler sterminare gli immigrati, riempie il profilo di foto di cuccioli?? Tutta colpa di film come questi… dove i miliardari gattofili e artistoidi, annoiati e stronzi, passano da eroi, mentre i proletari poveri cristi che come la metti la metti lo pigliano sempre in culo (oltre tutto e ovviamente alla fine a Timbuctù ci finisce lui, Edgar, e quella stronza di Madame Adelaide sviene se spariscono i gatti, ma manco si chiede dove cazzo sia finito il maggiordomo) passano da cattivi, psicopatici e assassini.
Ma vaffanculo…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *