Francesco De Gregori – “La donna cannone”

Molti, o meglio quasi tutti, si arrabbiano, e parecchio, quando durante i concerti De Gregori chiede al pubblico di NON cantare “La Donna Cannone” e di lasciarlo solo nell’esecuzione.
Io no. Non mi arrabbio. Anzi, è quello che voglio.
Perché questa non è una canzone da cantare in coro, questa è una canzone che esige il silenzio, la sospensione, l’atmosfera rarefatta e sognante che solo quel fascio di luce, quel piano e quella voce possono creare.
Il silenzio di un miracolo. Perché è di un miracolo che stiamo parlando. Il miracolo di trasformare, con la poesia, la pesantezza in leggerezza eterea, immateriale.
Quei miracoli che riescono solo ai grandi.
I grandi come il principe De Gregori.
Ma adesso basta, silenzio.
Ascoltiamo.
Sogniamo.
Voliamo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *