U2 – “Where the streets have no name”

Ci sono strade dorate che tutti conoscono, venerate, desiderate, invidiate, guardate con timore. Seguono altre strade importanti, trafficate, frequentate, crocevia di incontri e passaggi. E strade comuni, normali, dove si torna a casa o ci si passa senza volerlo.
Poi però ci sono altre strade, dimenticate da tutti, ignorate, nascoste, cancellate, che spesso nemmeno figurano in mappe e stradari. Là dove si annidano miseria e disperazione. E squarci di impossibile bellezza e tremante umanità.

Era il 1987.
La mia generazione correva tra elementari e medie a bordo di biciclette BMX dagli ammortizzatori farlocchi, i più grandicelli già inventavano la Pantera aspettando piazza Tienammen e la generazione che ci aveva preceduto continuava a morire di eroina.
E fu in quei giorni che gli U2 ci portarono proprio lì, dove le strade non hanno nome…

#jukebox
#gliAnniOttantaInMusica

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *