La forma e la sostanza

“Al lupo al lupo!”, potrebbe essere il sottotitolo calzante della giornata politica di ieri.
Dopo il prevedibile nulla di fatto di mercoledì, si era aperto un clamoroso e inatteso spiraglio che, col trascorrere delle ore, pareva sempre più consistente. Fino alla doccia fredda finale, quando le parole di Di Maio hanno riportato la situazione di nuovo al punto di partenza. O quasi.
Il senso generale che ne deriva è di grande irritazione. Perché che i Cinquestelle non possano in alcun modo digerire Berlusconi può essere, per tanti motivi, legittimo e comprensibile. E altrettanto legittimo e comprensibile può essere che Salvini e il centrodestra nel suo complesso non possano fare a meno di Berlusconi. Quindi che il Cavaliere sia il problema centrale, e irrisolvibile, per la formazione di un governo Cinquestelle-centrodestra lo sappiamo, lo abbiamo capito e compreso. Ma che bisogno c’era di due consultazioni e un mandato esplorativo in cui ci siamo sentiti ripetere ciò che tutti sapevamo già? Che bisogno c’era di buttare via quarantacinque giorni nel tentativo di seguire una strada impossibile da percorrere?
L’idea (di Salvini) che ieri pareva aver riaperto i giochi si basava sulla inversione di forma e sostanza. Partire dalla condivisione di alcuni punti programmatici e mettere i nomi del futuro governo in coda all’agenda. Cambia la forma, ma non la sostanza. Anche nel discorso di Di Maio le due parti si invertono: nella forma rende praticabile un appoggio esterno di Forza Italia, ma la sostanza resta identica, ovvero esclude Berlusconi da qualsiasi trattativa. A meno che la mossa non voglia portare a un preincarico a Salvini, così da poter interloquire solo con lui e cambiare, oltre la forma, pure la sostanza.
Perché in politica spesso la forma è sostanza e viceversa. Il problema sta tutto nel capire quando questo avviene e, soprattutto, quale dei due ruoli nel gran gioco delle parti assuma le sembianze dell’altro.

#specialeElezioni2018
#resistenzeRiccardoLestini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *