Doppia farsa

Sul fatto che le primarie on line del Movimento Cinquestelle siano state un’autentica farsa, dal risultato già scritto, non ci sono dubbi. Così come non ci sono dubbi che sarebbe stata molto più onesta un’investitura a Di Maio dall’interno, una proclamazione diretta senza bisogno di primarie fasulle.
Però, per favore, smettiamola di scandalizzarci e di fare gli indignati, come se questa cosa fosse chissà quale crimine mai visto prima nei confronti della democrazia.
Sono anni che, più o meno chiunque, PD in testa, mette in scena primarie completamente prive di competizione, con un solo papabile in campo e tutti gli altri big fuori gioco (Veltroni nel 2007, Renzi nel 2013 e nel 2017, tanto per fare qualche esempio).
Semplicemente, i Cinquestelle hanno capito che in politica la forma conta più della sostanza, e al pari di tutti gli altri si stanno comportando di conseguenza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *