Hanno tagliato il pisello a Pinocchio!!!

No, non è uno scherzo.

È tutto tragicamente vero e questo è un articolo – più o meno – serissimo.

Procediamo per punti…

I FATTI

1.Il sindaco di Casole d’Elsa, nel senese, vuole abbellire il centralissimo Parco della Rimembranza e renderlo esteticamente più gradevole. E decide di investire soldi in questa operazione (iniziativa, diciamo noi, davvero più che lodevole).

2.Il sindaco allora, per realizzare il progetto, incarica l’artista Francesco Battaglini di realizzare una statua da installare al centro del Parco.

3.L’artista Francesco Battaglini accetta l’incarico. E dopo mesi di febbrile lavoro mostra al mondo intero la sua creazione, che si tratta di UN GIGANTESCO PINOCCHIO.

Il che sarebbe perfettamente normale, visto che il Parco in questione è frequentato principalmente da BAMBINI e, soprattutto, è ACCANTO ALL’INGRESSO DELLA SCUOLA ELEMENTARE.

Il problema è che il Pinocchio del Battaglini non è solo gigantesco nel complesso, ma in ogni sua singola parte… in particolare di gigantesco ha IL PISELLO, per di più in EVIDENTE EREZIONE (vedi immagine a sinistra).

E, tanto per metterci un bel carico da undici, sempre il Battaglini, inaugurando la statua superdotata, dichiara candidamente che il nome della sua opera è “LUSSURIA”.

4.Chiaramente – e giustamente, ci sentiamo di aggiungere – monta la protesta (il termine “monta”, a questo punto, ci accorgiamo sia scelta davvero inopportuna e infelice, ma al momento non ce ne vengono in mente altri).

In sostanza tutti i genitori dei bimbi s’incazzano come le bestie, dicendo cose del tipo: “Ma è mai possibile che mio figlio di sei anni, ogni giorno, entrando e uscendo di scuola, deve vedere una statua a cazzo ritto?”, “Ma possibile mostrare in un parco pieno di giochi per bimbi un Pinocchio con un cazzo che manco gli attori di Tinto Brass?”. E assediano il municipio chiedendo la testa del sindaco e, ovviamente, del Battaglini.

5.Ovvio che la situazione va risolta.

E il sindaco, che è uomo del fare, promette una soluzione in tempi rapidissimi.

Una soluzione che effettivamente arriva prestissimo.

E non consiste nella rimozione della statua o nel suo spostamento in qualche museo vietato ai minori di 18 anni.

No. La statua rimane lì dov’è.

Semplicemente, TAGLIANO IL PISELLO A PINOCCHIO (vedi immagine di destra).

Il tutto mentre il Battaglini, scagliandosi contro la comunità, tuona “bigotti!!”.

DOMANDE LEGITTIME

1.Dico io… già da sempre BATTUTE A SFONDO SESSUALE e DOPPI SENSI su PINOCCHIO abbondano e si sprecano (doppi sensi a cui, tra le altre cose, gli Elio e le Storie Tese hanno dedicato una canzone e il trio di attori toscani Monni/Ceccherini/Paci uno spettacolo che è il più goliardico della storia del teatro), adesso tu, Battaglini, nel 2016, FAI UNA STATUA DEL GENERE E PRETENDI DI ESSERE PRESO SUL SERIO? Cioè davvero pensavi di SMUOVERE LE COSCIENZE facendo un PINOCCHIO CON LA MINCHIA DI ROCCO SIFFREDI?

“L’intento era provocatorio”, ha detto l’artista. Ma provocatorio di che??? Ti rendi conto che sul pisello di Pinocchio se ne dicono di tutti i colori al bar da prima che tu nascessi?? (e roba del livello di “è di legno perché è nato da una sega…”… cioè, capito Battaglini???).

2.Ma poi… “Lussuria”… LUSSURIA????

A parte le trivialità di cui sopra…. mi spieghi che problemi hai per chiamare LUSSURIA una statua di Pinocchio??? Cioè, come se io chiamassi PERVERSIONE un racconto con protagonista TOPO GIGIO!!

3.Poi, vuoi fare Pinocchio in versione alzabandiera. Ok, va bene, la libertà dell’artista è sacra.

E vuoi spacciarlo per il simbolo della lussuria. Ok, come sopra.

Ma vuoi metterlo in un parco frequentato da bambini, davanti a una scuola elementare e pretendi che NESSUNO DICA NULLA????

Ti sei reso conto che sei davanti a una scuola elementare di un paesino in provincia di Siena e NON ALLA FESTA DELL’EROS DI AMSTERDAM???

4.Anche sta giunta comunale santiddio… cioè, ormai la frittata è fatta… la statua è fatta così con il super pirolo e ve la tenete col super pirolo.

Le soluzioni sono tante… spostarla, venderla al comune di Amsterdam… MA CHE COSA VI E’ VENUTO IN MENTE DI CASTRARLA???

VI RENDETE CONTO CHE AVETE CASTRATO PINOCCHIO????

Ora… un tempo, secoli fa, c’erano I BRAGHETTONI, quei pittori che per conto della Santa Sede “coprivano” i nudi dei quadri disegnando delle vesti sopra le intimità dei personaggi raffigurati… oggi il loro posto è stato preso dai CASTRATORI… ma ci rendiamo conto??

MORALE DELLA STORIA

Alla luce di tutto, la morale di questa storia è solo una: evidentemente l’umanità MERITA DI ESTINGUERSI.

#pessimismoeprurito

#ioilmartedideliromailmondomidaunamanoimmensa

#universiRiccardoLestini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *