I magnifici anni del riflusso

Per tutti, ma in particolare per tutti quelli che gli ANNI OTTANTA li hanno vissuti davvero, magari da bambini, adolescenti, ragazzi… e che davvero ne hanno conosciuto i colori, i sapori.
Quelli che davvero sono impazziti nel tentativo di risolvere il MALEDETTO CUBO DI RUBIK, che sanno al volo il significato della locuzione CATAPULTA INFERNALE, che Rete A significava PROVARE PER CREDERE, che sanno benissimo cosa succedeva su ITALIA 7 dopo le ventitré… che conoscono alla perfezione quel vuoto cosmico,stinto e senza nome, che era come una firma del decennio… la tragedia dell’eroina e dell’Aids… le mille, infinite tragedie quotidiane consumate tra una cabina a gettoni e un’autoradio estraibile, tra asfalti brucianti macchiati d’olio e una brutta canzone degli Spandau Ballet…
 
Ecco, soprattutto a loro mi permetto di consigliare questo libro, I MAGNIFICI ANNI DEL RIFLUSSO, scritto da STEFANO DI MICHELE, giornalista e opinionista.
Ecco, il Di Michele – e con lui le sue pagine – ha prima di tutto il pregio smisurato di aver trovato l’unico modo per scrivere un libro vero, sanguigno, splendido, appassionante e illuminante per raccontare un’epoca ancora vicinissima ma, al tempo stesso, già materia di museo e infiniti revival.
Utilizzando il metodo – vecchissimo ma sempre efficace – degli “annales”, la narrazione si sivluppa anno per anno, ogni anno un capitolo. Ma l’autore non interviene quasi mai, se non per brevi raccordi e considerazioni ancor più brevi e fuggevoli, lasciando che il tutto si sviluppi in un ordinatissimo caos di citazioni d’epoca, pezzi di film, articoli di giornali, dichiarazioni di politici, slogan pubblicitari…
 
Il risultato è che l’autore ci restituisce davvero l’essenza del decennio, suoni, sapori e odori, in una narrazione spezzata e armonica al tempo stesso, intensa e crudele, commovente senza indulgenza, appassionante senza retorica tamarra da revival o da lacrima facile stile “come eravamo” e i migliori anni della nostra vita e via dicendo…
E si finisce che di quegli anni si ritrovano senso e non-senso… follie e tenerezze… imprese e tragedie… fino a scoprire molto più di quel che credevamo di sapere…
 
Leggetelo, appassionatevi..
Buon fine settimana a tutti!
 
#consigliRiccardoLestini
 
 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *