Peter Pan nei giardini di Kensinghton

Forse non tutti sanno che la celebre avventura di Peter Pan contro Capitan Uncino assieme ai Bimbi Sperduti nell’Isola che non c’è (il plot, per intenderci, alla base del film Disney), non è che un episodio di una specie di saga dedicata a questo immortale personaggio dal suo inventore, lo scrittore James Matthew Barrie.
Un episodio che vide la luce nel 1904, sotto forma di spettacolo teatrale (il titolo esatto era “Peter Pan, o il ragazzo che non voleva crescere”).

Solo un episodio, per l’appunto.
L’immortale Peter, come tutti i personaggi “seriali”, ha un’origine ben precisa. Barrie gli diede vita in alcuni capitoli del romanzo “L’uccellino bianco”, ma quei capitoli ebbero così successo che divennero opera a se stante, intitolata “Peter Pan nei giardini di Kensinghton”.

Ora non starò a dirvi niente sul come e sul perché Peter Pan nacque né sul come e sul perché prese dimora nei Kensinghton Garden londinesi. Per quelli che non lo sanno, sarà una avventura strepitosa scoprirlo in questo breve romanzo.

Vi consiglio l’edizione di Stampa Alternativa che, conforme all’originale dei primi del ‘900, ha ripubblicato le splendide (e inquietanti) illustrazioni di Arthur Rackham.

Leggetelo, se potete.
Venite nei giardini di Kensinghton.
Venite a scoprire la più grande fiaba tragica che sia mai stata scritta. Venite a scoprire perché, oltre a non voler crescere, lo sventurato antieroe Peter proprio NON POTEVA crescere…

#consigliRiccardoLestini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *