Gol di Fabio Grosso?

GOL di Fabio Grosso? No, truffa della Volkswagen!!
Scusate la confusione, ma trombette, cori, clacson e gioiosi deliri collettivi sembrano gli stessi di quella notte di nove anni fa, pare pure di sentire Caressa gridare “andiamo a Berlino Beppe, andiamo a prenderci la coppa”.
Funziona così: viene scoperta una truffa decennale e clamorosa da parte di un marchio che, storicamente, si è sempre fregiato di essere all’avanguardia nel rispetto dell’ambiente, nella eco-qualità dei prodotti, nella professionalità e nella ricchezza dei salari.
Quindi cosa succede? Cosa accade davanti all’ennesimo scandalo che coinvolge una multinazionale portandone alla luce la realtà criminale? Forse finalmente si riflette, ci si interroga su un sistema – quello delle multinazionali – che è criminale non occasionalmente ma, come ripeto da anni, strutturalmente?
Neanche per sogno. Si esulta perché lo scandalo riguarda i tedeschi, i crucchi, si esulta perché meno male che anche loro sono ladri. Così ora la smettono con quell’aria da perfettini spocchiosi so-tutto-io e sono-bravo-solo-io.
Un pensiero ai consumatori truffati, agli operai turlupinati, a noi quotidianamente derubati e umiliati da tutti questi colossi?
No, nemmeno uno. Non c’è tempo. Hanno segnato Grosso e Del Piero, po po-po-po-po poooo e il cielo è azzurro sopra Berlino.
Siam pronti alla morte l’Italia chiamò.
Sì!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *