Bombe su Gaza

Bombe su Gaza.
Morti sei bambini palestinesi (tra i 9 e i 15 anni) colpiti dal bombardamento mentre giocavano a pallone sulla spiaggia.
Complessivamente 219 vittime.
Oltre 1.500 feriti.
L’Onu, dall’alto dei suoi superpoteri, ha proposto una tregua umanitaria di sei ore per permettere alle unità internazionali di prestare soccorso ai civili colpiti dalle bombe.
Israeele ha accettato la tregua.
Così adesso per 6 ore non ci saranno bombe, verranno portati viveri e medicine ai palestinesi bombardati.
L’occidente si laverà la coscienza e asciugherà il sangue con 6 ore di pietà e carità.
Poi allo scadere delle 6 ore i bombardamenti riprenderanno.
E ci sarà un’altra strage.
E a quel punto solleveremo le braccia, alzeremo le spalle.
Impotenti e silenziosi. Perché una coscienza lavata non sa macchiarsi d’altro sangue innocente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *